Dopo lo stop dovuto alla pandemia COVID 19 nel 2020 e nel 2021 questa’anno il Rotary Club di Ascoli Piceno ed il Rotary di Orbetello Costa d’ Argento con il supporto delle fellowship distrettuali 2071, 2080 e 2090 dell’ARACI organizzano la nona edizione della Rotary Coast-to-Coast raduno a livello nazionale di rotariani appassionati di auto d’ epoca.

Esistono già diverse manifestazioni organizzate ogni anno da numerosi Rotary Club (www.araci-italia.it) ma questo è solitamente di maggior durata e di più lungo percorso.

La necessaria premessa è che nei raduni rotariani degli amanti d’ auto d’ epoca il collante è rappresentato dall’ appartenenza al Rotary. Non è quindi indispensabile avere un auto preziosa e di gran valore ma molti rotariani arrivano con la vecchia vettura degli anni 50” o 60” appartenuta al padre o al nonno.

La “Rotary Coast-to-Coast” che nella prima edizione si chiamava “Transappenninica Rotariana Ascoli - Orbetello” è stata organizzata secondo fini puramente rotariani per far conoscere tra loro Rotariani di diversi Club e distretti di tutta la nazione, far conoscere loro le nostre città ed i nostri territori ed infine accomunarli in un service a cui il raduno è finalizzato

Un raduno transappenninico “Coast-to-Coast” è un modo ideale per far incontrare Rotariani nel centro Italia dando loro la possibilità di visitare luoghi e percorsi di quello splendido tesoro artistico, culturale ed ambientale che sono la Toscana, le Marche, l’Abruzzo, l’Umbria ed il Lazio. L’ idea è stata quella di mantenere fissi i punti di partenza ed arrivo (Ascoli e l’Argentario-Orbetello) invertendo ogni anno le due sedi di partenza e di arrivo. Inoltre ogni anno per arrivare da Ascoli all’ Argentario o viceversa si segue un percorso diverso sfruttando una delle infinite combinazioni possibili. Fermo restando l’impegno dei Rotary Club di Ascoli ed Orbetello si coinvolgono ogni anno RC diversi del centro Italia.

Essendo la “Rotary Coast-to-Coast” un evento rotariano la sua caratteristica è che è finalizzata ad un importante service.

Nel 2012 abbiamo organizzato una lotteria (1° premio un VW maggiolino d’ epoca) i cui biglietti sono stati venduti lungo il percorso e dai Rotary Club presso i quali abbiamo fatto tappa. Abbiamo così raccolto circa 25.000 euro che sono stati divisi tra due service (il sostegno al progetto del Distretto Rotary 2090 per la ricostruzione della Facoltà di Ingegneria dell’Università dell’Aquila ed un contributo al progetto Bimbingamba della Onlus Niccolò Campo di Grosseto (www.bimbingamba.it).

I fondi raccolti nel 2013 sono andati ad un service biennale di sostegno dell’ Ospedale Pediatrico di Herat in Afghanistan che il Rotary Club di Ascoli Piceno ha organizzato con diversi altri RC del distretto 2090 che ha avuto un grande successo.

Nel 2014 e nel 2015 i fondi raccolti sono stati destinati al service internazionale End Polio.

Nel 2016, 2017, 2018 e 2019 i fondi raccolti sono stati destinati ai service del Distretto 2090 a favore delle popolazioni del Centro Italia colpite dai terremoti del 2016 e 2017.

Quest’ anno saranno destinati di nuovo ad un service locale dei due Rotary Club di Orbetello e di Ascoli Piceno

L’ edizione di quest’ anno è disegnata soprattutto per i più affezionati frequentatori della Rotary Coast-to-Coast che, dopo 8 splendide ma faticose edizioni visitando luoghi tra i più belli e nascosti dell’ Italia Centrale, ansimando noi, e magari anche le nostre “nonnine a 4 ruote” ci hanno chiesto ”forte e chiaro”: una edizione estiva rilassante e più lenta del solito.

Così è nato “The Summer Tour” della Rotary Coast to Coast .!!!

Quindi quest’ anno “The Summer Tour” inizierà ad Orbetello con il benvenuto celebrato nel ristorante della Cooperativa dei Pescatori nella Laguna di Orbetello da dove si gusta uno dei più bei tramonti sul Tirreno (ed ovviamente piatti di pesce di qualità assolutamente superiori).

Lasceremo la costa e il mare subito ma se ne volevate di più chi vi impedisce di arrivare all’ Argentario già qualche giorno prima e fare alla fine una settimana di vacanza?

Godremo di numerose soste interessanti al solito fuori dalle comuni rotte turistiche di massa. Andremo a Bomarzo dove ci narreranno storie e leggende di quell’ incredibile luogo pieno di misteri che è il Parco dei Mostri. Da lì eviteremo gli attraversamenti più frequentati dell Appennino. Appena arrivati a Terni ci infileremo in una serie di strade di montagna pressochè deserte anche se ben praticabili fino all’ arrivo. Ma soprattutto queste strade apriranno ai nostri occhi scorci di paesaggi e luoghi di una bellezza da urlo passando per Leonessa ed il Terminillo per poi andare a conoscere Cascia, incastonata nei boschi più nascosti dell’ Appennino.

Scenderemo di nuovo in val Nerina e svalicheremo poco prima di ritrovarci di botto al Lago di Fiastra altro luogo bellissimo ma assolutamente sconosciuto anche al turismo locale.

Da lì non andremo alle Lame Rosse perché ci sarebbe troppo da camminare a piedi ma sfido chi legge a dirmi che le conosce già. Andate in internet ………

Andremo invece immediatamente verso Montemonaco lungo la pedemontana orientale del massiccio dei Sibillini. Già perchè staremo andando nei luoghi delle leggende della Sibilla e del suo antro. Luoghi di altre leggende ancora. Vivremo una serata per consentire a guide e cultori di questi luoghi di iniziarci al mondo magico di queste montagne. Visiteremo il museo della Grotta della Sibilla che sta al centro del paese. Almeno quello !! … visto che il vero “antro della Sibilla sta in cima alla montagna quasi a 2000 mt

L’ indomani si sceglie tra un itinerario “Soft” con visita alla Pieve di S. Angelo Montespino splendido pezzo di quelle tantissime pievi e chiese sparse nella zona montana o pedemontana di questo territorio e Poi spostarsi in quota a 1000 mt a Prato della Gardosa circondato dalle cime più alte del gruppo dei Sibillini

Chi sceglierà l’ itinerario “Adventure” invece sarà guidato attraverso le Gole dell’ Infernaccio per uno scenario unico da percorrere a piedi fino alla Chiesa dell’ Eremita

Tutti si ritroveranno insieme per il pranzo al “Ristorante Il Tiglio”. Ritorneremo di nuovo in questo piccolo ristorante aggrappato con altre poche case al costone della montagna alla tavola di uno chef stellato. Saremo di nuovo ospiti di Enrico Mazzaroni, chef stellato e personaggio unico che ha voluto continuare a vivere nel suo borgo e mantenendo le sue origini intatte e interpetrando nella sua cucina quello che la natura del suo territorio gli offre.

Chi era con noi per il pranzo di Pasqua nel 2015 ricorderà bene quel Pranzo e sa di che cosa stiamo parlando

I RC di Ascoli Piceno e Orbetello Costa d’ Argento e soprattutto chi ha vissuto le scorse edizioni della “Rotary Coast-to-Coast”, siamo ancora una volta entusiasti di questa iniziativa e saremmo felicissimi di raccogliere la vostra partecipazione….

…….. venite con noi all’ edizione 2022 della Rotary Coast-to-Coast !!!!